A kiss to Florence

A morning  I left with the train and a beatiful girl arrived,

seeing me she said: Excuse me sir, You are from Florence, yes I know.

You go back home happily, I can see it very well and I ask you a little favour.

I wish you to bring a big kiss to Florence, that’s my city and I always have it in my hearth.

I wish you to bring a big kiss to Florence because I work only just to see it again one day.

I’m the daughter of an emigrant, For this I stay away for a long,

I work to come back home oneday,

I wish you to bring a big kiss to Florence, if I’ll see you again I’ll give it to you back

Beatiful girl, I answered, I’ll bring your big kiss at home, and since now for your tranquillity.

I’ll lock it during my travel.

But when I’ll be at home I promise you, your kiss will fly to the sky,

I’ll bring your kiss to Florence and I promise  I’ll never forget you.

You ‘re daughter of an emigrant, and for this you are so far,

but you have to be sure that you’ll come back home one day

I’ll bring your kiss to Florence and from Florence many kisses you’ll have

This is a true story and if it wasn’t, it could be true because I know very very well the sad people far away from their homeland

 

Partivo una mattina co’i’ vapore
e una bella bambina gli arrivò.
Vedendomi la fa: Scusi signore!
Perdoni, l’è di’ ffiore, sì lo so.
Lei torna a casa lieto, ben lo vedo
ed un favore piccolo qui chiedo.
La porti un bacione a Firenze,
che l’è la mia città
che in cuore ho sempre qui.
La porti un bacione a Firenze,
lavoro sol per rivederla un dì.

Son figlia d’emigrante,
per questo son distante,
lavoro perchè un giorno a casa tornerò.
La porti un bacione a Firenze:
se la rivedo e’ glielo renderò.

Bella bambina! Le ho risposto allora.
Il tuo bacione a’ccasa porterò.
E per tranquillità sin da quest’ora,
in viaggio chiuso a chiave lo terrò.
Ma appena giunto a’ccasa te lo mgiuro,
il bacio verso i’ccielo andrà sicuro.
Io porto il tuo bacio a Firenze
che l’è la tua città
ed anche l’è di me.

Io porto il tuo bacio a Firenze
nè mai, giammai potrò scordarmi te.
Sei figlia d’emigrante,
per questo sei distante,
ma stà sicura un giorno a’ccasa tornerai.
Io porto il tuo bacio a Firenze
e da Firenze tanti baci avrai.

L’è vera questa storia e se la un fosse
la può passar per vera sol perchè,
so bene e’lucciconi e quanta tosse
gli ha chi distante dalla Patria gli è.
Così ogni fiorentino ch’è lontano,
vedendoti partir ti dirà piano:
La porti un bacione a Firenze;
gli è tanto che un ci vò;
ci crede? Più un ci stò!

La porti un bacione a Firenze;
un vedo l’ora quando tornerò.
La nostra cittadina
graziosa e sì carina,
la ci ha tant’anni eppure la
un n’invecchia mai.
Io porto i bacioni a Firenze
di tutti

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: